Glossario

Glossario

Tutti | # A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Ci sono 8 voci nel glossario che iniziano con la lettera P.
Pignoramento della Pensione
Se il debitore ha un debito non estinto nei termini e nei modi di legge, il creditore può pignorarne la pensione, nei limiti di 1/5, al netto delle ritenute di legge e/o delle precedenti cessioni volontarie, nonché della cosiddetta “esigenza minima vitale”. L’art 13 del Decreto Legge 83 del 2015 prevede che “Le somme da chiunque dovute a titolo di pensione, di indennità che tengono luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza, non possono essere pignorate per un ammontare corrispondente alla misura massima mensile dell’assegno sociale aumentato della metà.” Ciò significa che quella parte di pensione pari all'importo dell'assegno sociale aumentato della metà è assolutamente impignorabile. Tale somma corrisponde attualmente a circa 680 euro (2017). Nei casi in cui la pensione supera questa cifra, l’importo eccedente non sarà interamente pignorabile ma solo nei limiti di un quinto.
Pignoramento dello Stipendio e del Conto Corrente
Se il debitore ha un debito non estinto nei termini e nei modi di legge il creditore può pignorare lo stipendio del debitore presso il datore di lavoro. Fermo restando che non esistono soglie sotto le quali lo stipendio non sia pignorabile, nel senso che si può pignorare anche uno stipendio di poche centinaia di euro, il creditore non può pignorare più di 1/5 dello stipendio da calcolare sull’importo al netto delle trattenute di legge (imposte e contributi), oltre al netto di eventuali cessioni volontarie (il quinto dello stipendio) o deleghe di pagamento che dovessero gravare sullo stipendio o la pensione. Nel caso in cui concorrono contemporaneamente più pignoramenti da parte di diversi creditori il limite di 1/5 può essere superato. In particolare lo stipendio può essere pignorato per una somma superiore al quinto e fino alla metà del suo importo se concorrono crediti derivanti da cause diverse e non nel caso in cui vi sia una pluralità di crediti derivanti dalla stessa causa. In tale ipotesi, il secondo creditore potrà soddisfarsi solo dopo l’estinzione del primo debito sempre attraverso il pignoramento di un quinto dello stipendio, e così via per gli ulteriori creditori. - Il creditore può pignorare il conto corrente del debitore. Se non vi sono somme depositate il pignoramento avrà esito negativo. Se vi sono somme depositate e si tratta degli stipendi percepiti il creditore potrà pignorare le somme depositate con le seguenti modalità: – se l’accredito dello stipendio avviene prima del pignoramento, il creditore può pignorare solo l’importo eccedente il triplo dell’assegno sociale che, almeno per il 2015, è pari a euro 448,52. Ne deriva che la somma di euro 1.345,56 è intoccabile (ossia 448,52 x 3). – per tutte le mensilità di stipendio accreditate sul c/c nel giorno del pignoramento o successivamente, il creditore può prelevare dal conto gli importi nella misura massima di 1/5 dell’emolumento versato.
PIN
Il PIN o Personal Identification Number, è un codice personale segreto composto da una sequenza numerica.
Polizze index linked e Polizze unit linked
Contratti emessi da imprese assicurative in cui l’entità del capitale assicurato per alcuni anni dipende dall’andamento nel tempo o del valore di un “indice azionario o di un altro valore di riferimento” (c.d. polizze index linked) o del valore delle “quote di fondi di investimento interni all’impresa di assicurazione o di fondi esterni in cui sono investiti i premi versati, dedotti caricamenti e spese” (c.d. polizze unit linked); entrambi tali contratti possono prevedere un rendimento minimo (per i primi anni) e pagamenti o periodici o finali.
POS
Il POS o Point of sale, è il dispositivo elettronico - ed il relativo servizio bancario- che consente il pagamento di beni e servizi con l’utilizzo di una carta di pagamento.
Profili di Rischio dell'Investitore
Sono previsti dalla Direttiva 2004/39/CE (MiFID livello 1), la normativa europea in materia di investimenti che prevede, una protezione maggiore per gli investitori con minore conoscenza ed esperienza negli investimenti (clienti retail), mentre gli investitori con maggiore conoscenza ed esperienza in materia (clienti professionali) ricevono una protezione minore. Orientativamente (nel 2017 non esiste ancora una tabella ufficiale) si distinguono sei profili di rischio dell’investitore a ciascuno dei quali corrisponde una classe di rischio dello strumento finanziario: A) rischio “basso” o “Profilo Sicuro” a cui corrisponde la classe 1 (guadagni bassi ma probabilità bassa di perdite, generalmente non superiori all’1% dell’investimento), B) rischio “medio-basso” o “Profilo Conservativo” a cui corrisponde la classe 2, C) rischio “medio” o “Profilo Prudente” a cui corrisponde la classe 3, D) rischio “medio-alto” o “Profilo Equilibrato” a cui corrisponde la classe 4, E) rischio “alto” o “Profilo Dinamico” a cui corrisponde la classe 5, F) rischio “molto alto” o “Profilo Aggressivo” a cui corrisponde la classe 6 (guadagni molto alti ma probabilità molto alta di perdite, generalmente superiori al 50% dell’investimento). Vari fattori concorrono alla profilatura, dalla conoscenza degli strumenti finanziari all’esperienza in materia di investimenti, dagli orizzonti temporali agli obiettivi che ci si prefigge. Altri elementi sono la capacità di generare reddito e di accantonare risparmi, in base all’analisi del bilancio familiare, e rilevanza hanno anche il valore delle proprietà al netto di mutui e debiti e quello di investimenti a lungo termine. Il profilo di rischio tende a modificarsi nel tempo, non è statico.
Promotore Finanziario
E’ una persona fisica dipendente, agente o mandatario di un intermediario (banca, sim, impresa di investimento, sgr, ecc.) che esercita professionalmente l'offerta fuori sede. Per l’esercizio della professione deve essere abilitato attraverso l'iscrizione all'Albo nazionale dei promotori finanziari.
Prospetto Informativo
Documento che illustra le caratteristiche dello strumento finanziario oggetto della offerta pubblica.