Glossario

Glossario

Tutti | # A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Ci sono 6 voci nel glossario che iniziano con la lettera I.
IBAN
L’ IBAN (International Bank Account Number) è una coordinata bancaria internazionale composta da un codice alfanumerico che identifica in modo univoco un conto corrente.
Imposta di bollo
È un’imposta applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni relative ai prodotti finanziari. Non sono soggetti a imposta importi inferiori a 5.000 euro (giacenza media) .
Imprese di investimento comunitarie
Sono soggetti, diversi dalle banche, che non hanno sede legale in Italia ma in uno Stato comunitario, ma che possono operare in Italia. A tali soggetti (come pure a banche, sim, ecc) è concesso di operare professionalmente in servizi e attività di investimento nei confronti del pubblico. La loro operatività in Italia (base al principio comunitario del mutuo riconoscimento), in regime di libera prestazione di servizi è sottoposta esclusivamente alla vigilanza dell'Autorità del Paese di origine. (https://www.acf.consob.it)
Indicatore Sintetico di Costo (ISC)
Esprime – indicativamente – il costo di un conto corrente e deve essere riportato nel contratto e nel documento di sintesi. Viene denominato TAEG quando è riferito a mutui, anticipazioni bancarie, aperture di credito e altri finanziamenti, compreso il credito al consumo. ISC e TAEG, determinati secondo alcune regole comuni a tutti gli intermediari, sono importanti indicatori che consentono di valutare e confrontare i costi di un servizio ma NON riportano tutte le voci di costo che potrebbero incidere sul rapporto/servizio (ad esempio i costi legati all’attivazioni di uno specifico servizio).
Informazione Continuativa
Informazioni sull’andamento dell’investimento acquistato; non è obbligatoria e va richiesta esplicitamente al momento dell’acquisto.
Interessi
Si tratta di una somma pattuita - espressa in percentuale, da pagare o da riscuotere in seguito al prestito di un capitale per un certo periodo di tempo; nel settore bancario/finanziario si distinguono: - interessi attivi (interessi creditori): sono gli interessi a favore del titolare del conto applicati nel periodo a cui si riferisce il documento e riferiti alle somme a credito. - interessi passivi (interessi debitori): sono gli interessi applicati sui debiti che si hanno nei confronti della banca/istituto finanziario (come ad esempio l’utilizzo di un finanziamento o di uno scoperto di conto corrente).