Glossario

Glossario

Tutti | # A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Ci sono 4 voci nel glossario che iniziano con la lettera D.
Derivati
Strumenti finanziari il cui valore deriva o dall’andamento del valore di una attività o dal verificarsi in futuro di un evento osservabile oggettivamente; l’attività o l’evento costituiscono il “sottostante” dello strumento derivato; ogni derivato ha ad oggetto una previsione sull’andamento futuro di un particolare indice di prezzo. Una delle caratteristiche peculiari del derivato è quella di essere uno strumento finanziario acquistabile sui mercati da un numero indefinito di scommettitori che non vantano alcun rapporto diretto col titolo (o col bene) sottostante o che, in altre parole, non sono direttamente coinvolti nell’operazione finanziaria dal cui andamento il prodotto derivato trae il suo valore. I derivati sono negoziati o “nel mercato regolamentato” o “nel mercato non regolamentato. I principali derivati sono: - Il “contratto a termine” (accordo tra due soggetti per la consegna di una determinata quantità di un certo sottostante ad un prezzo e ad una data prefissati) che può essere stipulato nel mercato regolamentato (si parla di “contratto future”) o nel mercato non regolamentato (si parla di “contratto forward”); - Il “contratto swap o scambio” (accordo stipulato nel mercato non regolamentato tra due soggetti per scambiare tra di loro a date certe dei flussi di pagamenti, espressi nella stessa valuta o in valute differenti); - “contratto di opzione” (contratto che attribuisce il diritto, non l’obbligo, di comprare (opzione call) o di vendere (opzione put) una data quantità di un bene (sottostante) ad un prezzo prefissato entro una data certa).
Descrizione generale della natura e dei rischi degli strumenti finanziari trattati
E’ un documento che illustra i vari generi di strumenti finanziari acquistabili e i relativi rischi (spesso contenuta nel contratto quadro).
Diritti di opzione
Sono titoli rappresentativi della facoltà, riconosciuta agli azionisti e ai possessori di obbligazioni convertibili in azioni, di sottoscrivere in sede di aumento di capitale o di emissione di un nuovo prestito obbligazionario convertibile, un numero di titoli proporzionale alle azioni già detenute o potenzialmente detenibili in base al rapporto di conversione.
Documento di Sintesi
E’ allegato al contratto e riporta le condizioni economiche specifiche che l’istituto di credito propone al cliente per un determinato rapporto/servizio; tali condizioni possono essere uguali o migliori rispetto a quelle contenute nel foglio informativo.