Cos’è un prestito?

Un prestito è la richiesta e la cessione di denaro che dovrà essere restituito, a chi l’ha concesso, con l’aggiunta dei costi.
 
I fattori che lo compongono sono principalmente due:
  • Gli interessi che sono la somma dovuta come compenso per il solo fatto di avere ricevuto l’importo.
  • Le spese legate al costo del servizio, nei modi e nei tempi stabiliti dal contratto.
Possono concedere dei prestiti gli istituti, le società di credito e anche i privati. Quando la richiesta di prestito viene accolta, chi presta i soldi ottiene un credito. Solitamente chiediamo un prestito per acquistare un bene o un servizio e dilazionarne il pagamento.
Per conoscere meglio il mondo dei prestiti

Esiste un prestito riservato ai consumatori?

Si, il Credito al Consumo. Dal punto di vista legale, l’art. 121 del D.LGS 385/93 come novellato dal Decreto Legislativo 141/2016 definisce come
IL CONTRATTO CON CUI UN FINANZIATORE CONCEDE O SI IMPEGNA A CONCEDERE A UN CONSUMATORE UN CREDITO SOTTO FORMA DI DILAZIONE DI PAGAMENTO, DI PRESTITO O DI ALTRA FACILITAZIONE FINANZIARIA 
Il credito al consumo (o credito ai consumatori) è normato il Codice del Consumo e dal DL 141/2010, che affiancano il contratto di mutuo (CC. art 1813)
Questo tipo di prestito può avere un importo variabile da 250 euro a 75.000 euro.
 

Esistono quattro tipologie di credito al consumo.

  1. I prestiti finalizzati. Sono finanziamenti per l’acquisto di beni o servizi (prestiti finalizzati). Ad esempio quelli che si stipulano per comprare elettrodomestici o automobili.
  2. I prestiti personali. Sono legati all’acquisto di un bene o di un servizio e non richiedono in che modo verranno spesi i soldi.
  3. Il credito revolving. Permette di fare acquisti con la carta di credito e di addebitare la spesa in rate mensili. Ai costi della carta di credito tradizionale, si aggiungono interessi e spese di gestione.
  4. La cessione del quinto dello stipendio o della pensione. È un prestito concesso solo a lavoratori e a pensionati. Prevede che la rata sia detratta direttamente dalla busta paga o dalla pensione.